Il successo della decima edizione di BUK Festival

Un successo davvero precedenti: la decima edizione di BUK Festival, fiera della piccola e media editoria di Modena, si è conclusa davvero col botto, con oltre 25mila presenze, tanti ospiti e innumerevoli incontri nel segno della cultura.

Più di 100 case editrici indipendenti, 60 incontri e molte anteprime: Modena Buk Festival, diretto da Francesco Zarzana, ha festeggiato al meglio i suoi dieci anni, dando vita per l’occasione a un’edizione che ha riservato un’attenzione particolare all’attualità.

edizione buk festivalIl Festival, inaugurato dal presidente del Centro per il Libro e la Lettura del Miur Romano Montroni, ha avuto come ospite d’onore la casa editrice “La nave di Teseo” con l’editore generale Elisabetta Sgarbi e autori come Moni Ovadia con “Il coniglio di Hitler e il cilindro del demagogo”, Mauro Covacich con “La città interiore” e il nuovo romanzo di Crocifisso Dentello.

Ovadia, intervistato dopo la presentazione, ha così commentato il titolo del suo romanzo: “Il titolo è ironico e provocatorio per stigmatizzare l’atteggiamento di quei politici disinvolti che, per non usare parole più forti, hanno fatto uso della memoria del dittatore nazista per imparentarlo a tutti i dittatori di oggi, come per esempio Saddam Hussein, il nuovo Hitler.

Ancora una volta ritorna l’Occidente, responsabile di fornire il gas usato da Saddam Hussein per gasare i Curdi, un Occidente che si nutre di menzogne, troppo a lungo taciute”. Gli stessi soggetti criticati dal drammaturgo sono “Ipocriti, mascalzoni e criminali che si travestono da quelli che ti proteggono da Hitler”.

Durante la due giorni modenese è stato inoltre consegnato il Premio Speciale Buk 2017, vinto quest’anno dalla giornalista di guerra Barbara Schiavulli per “l’impegno che unisce le qualità del giornalismo di guerra alla capacità di raccontare quei fronti attraverso le pagine di un libro”. La Schiavulli sha inoltre presentato il suo ultimo libro “Bulletproof Diaries – Storie di una reporter di guerra”, graphic-novel con i disegni di Emilio Lecce.

Infine, sono stati premiati anche i vincitori della prima edizione del Premio Letterario Buk Festival per autori e case editrici di romanzi, che ha visto in gara raccolte di racconti, saggi, prosa, poesie in lingua italiana editi e inediti. In giuria la cantante e attrice Aisha Cerami, la giornalista Silvana Mazzocchi, la poetessa Federica Minozzi, la scrittrice Einaudi Sara Bilotti. Nei 10 anni di Buk anche una mascotte, il Topolino Buk e un omaggio ai 60 anni dai Trattati di Roma, che si festeggeranno il 25 marzo.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*