I temi della campagna “Io faccio film”

Le maestranze del cinema vivono nell’ombra di un film ma svolgono lavori essenziali”: a parlare così è stato recentemente Carlo Verdone, grande sostenitore e volto attivo della campagna “Io faccio film”, promossa da Anica, Fapav, Mpa e Univideo proprio per sostenere e valorizzare le professionalità del cinema italiano e tutti gli appassionati della settima arte.

Sono nove gli spot istituzionali previsti per la campagna, ognuno dedicato a un mestiere del cinema, e di cui sei erano già stati presentati in varie occasioni nel corso dell’ultimo anno, dalla Mostra del cinema di Venezia alla Festa di Roma, mentre gli ultimi 3 hanno debuttato proprio nei giorni scorsi alla Casa del cinema di Roma davanti ai rappresentanti delle associazioni promotrici e dell’industria audiovisiva, durante una mattinata dedicata al truccatore premio Oscar Manlio Rocchetti, da poco scomparso.

Ma “Io faccio film” non è solo questo. La campagna infatti combatte anche “una battaglia economica, civile, etica che cerca con determinazione di comunicare al pubblico tutto quello che c’è dietro la realizzazione di un film: la creatività, l’eccellenza, il talento, la professionalità, il gioco di un’intera squadra”, ha dichiarato il presidente di Anica Francesco Rutelli.

Federico Bagnoli Rossi, segretario generale della Fapav ha poi aggiunto: “Due le novità: nuove collaborazioni con Anec e Anem, con la piattaforma Open Sky e con il Creative business center dell’università Luiss; e il prolungamento della campagna fino a fine giugno”.

Senza inoltre dimenticare la grande campagna social con più di 1 milione e 700mila visualizzazioni per i primi 6 spot, o anche le masterclass e gli eventi creati, fra gli altri, presso Lucca Comics, lo Iulm di Milano e il Festival dei Popoli di Firenze.

La collaborazione con la Luiss, in particolare, comprende un confronto fra gli studenti della Writing School for Cinema and Television sui temi della campagna “Io faccio film” attraverso interviste, clip e cortissimi che verranno diffusi attraverso la rete.

Gli appassionati di cinema sono invitati a condividere la propria passione per il cinema collegandosi al sito condividievinci.iofacciofilm.it: basta caricare una propria foto per vincere buoni cinema, codici digitali per scaricare legalmente film e la partecipazione alla prossima edizione del Lucca Comics & Games. Rutelli ha infine ricordato che la lotta alla pirateria:

non è una battaglia persa. Non si deve confondere la libertà di accesso a certi contenuti con quella di appropriarsi gratuitamente delle opere artistiche. E in questa lotta andrebbero coinvolti anche gli hacker.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*