Auto ecologiche: i migliori modelli del 2016

Nel panorama automobilistico sta cambiando qualcosa, basta guardarsi attorno per capirlo. Auto a metano, GPL, motori ibridi: i modelli a disposizione di un automobilista col pallino dell’ecologia sono anno dopo anno sempre più numerosi.

Ma non solo: man mano che il mercato delle automobili ecologiche si allarga, i prezzi si fanno sempre più abbordabili e, a differenza di qualche anno fa, puntare tutto sull’ecologia, oltre che sull’estetica e le prestazioni, è diventato davvero possibile.

Il 2016 si è dimostrato un anno d’oro da questo punto di vista e i modelli messi in commercio si stanno rivelando dei piccoli gioielli ideali per ogni appassionato. Ma andiamo un po’ più nello specifico e vediamo cosa è stato prodotto tra la fine dello scorso anno e i primi mesi di quello nuovo.

auto ecologicheÈ soprattutto parlando di auto ibride che avvertiamo le maggiori novità, tanto che ormai considerare “di nicchia” questo settore è quanto meno riduttivo. È il caso della BMW, che si lancia nell’ibrido con la Serie 2 Active Tourer, presente in listino anche con il nuovo tipo di motorizzazione.

Al 1.5 a benzina viene infatti affiancato in questo nuovo modello un motore elettrico, per una potenza complessiva di 224 cavalli capace di una velocità massima di 202 chilometri orari. I consumi dichiarati dalla Casa dichiara girano attorno ai 50 chilometri con un litro con emissioni di 46 grammi di CO2 per chilometro. Prezzo a partire dai 38mila euro.

Per quanto riguarda la Casa tedesca, a riprova dell’attenzione che da quelle parti stanno dando all’ibrido, possiamo trovare in listino anche la variante ibrida del fuoristrada X5, dotato di un motore endotermico a benzina dalla potenza massima di 245 cavalli a cui si associa un propulsore elettrico capace di fornire altri 113 cavalli. 210 km/h massimo, 8 marce, possibilità di viaggiare fino a un massimo di 30 km solo in modalità elettrica e consumi bassissimi per un prezzo di partenza che si aggira attorno ai 70mila euro.

La Lexus ci offre invece la prima vettura ibrida del segmento coupé a quattro posti. Si tratta della RC, auto dotata di un motore a benzina da quattro cilindri accoppiato con uno elettrico, per una potenza complessiva di 223 cavalli, 190 km/h massimi e consumi che si aggirano sui 20 km con un litro. Prestazioni ottime per un prezzo che parte dai 46mila euro.

Ma anche la Lexus ha il suo fuoristrada ibrido. Il Lexus RX nasconde sotto al cofano un propulsore dalla potenza complessiva di 313 cavalli capace di raggiungere i 200 chilometri orari di velocità massima e scattare da 0 a 100 in 7,7 secondi. La Casa madre dichiara consumi medi attorno ai 18,2 chilometri con un litro ed emissioni pari a 127 grammi di anidride carbonica per chilometro. Prezzo: 69mila euro.

Sempre restando in casa Toyota (Lexus è il suo marchio di lusso) troviamo il Rav4, fuoristrada che negli anni ha adottato anche la tecnologia ibrida. Quest’anno debutta infatti anche l’unità mossa da un 2.5 di cilindrata abbinata ad un propulsore elettrico. Il valore di potenza massima è di 197 cavalli, mentre un secondo motore elettrico va ad agire esclusivamente sulle ruote posteriori per garantire una trazione integrale intelligente. Prezzo di listino sensibilmente più basso (32mila euro di partenza) e consumi incredibili, 20 chilometri con un litro, si vanno ad unire a emissioni molto basse, per tutti gli amanti dell’ambiente.

I prezzi, ad una prima occhiata, possono apparire ancora troppo alti, ma è sensibile il calo che c’è stato negli ultimi anni. Calo che si unisce con prestazioni migliorate, con un netto risparmio sui consumi e con emissioni sempre più eco-friendly.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*